Cinema e Arte Migrante, torna il Karawan Fest di Torpignattara

ROMA – Anche quest’anno torna a Torpignattara il Karawan Fest. Da oggi al 29 novembre le strade del quartiere più multiculturale di Roma diventano il palcoscenico della quarta edizione di un festival di cinema ed arte migrante che affronta i temi dell’incontro e della contaminazione tra le culture. Proiezioni, concerti,  e mostre si susseguiranno senza sosta per un fine settimana all’insegna della cultura del viaggio.

Karawan Fest è un progetto che nasce dal basso, da quelli che il quartiere lo abitano e ne attraversano quotidianamente la complessità. Completamente finanziato attraverso l’utilizzo di una piattaforma di crowdfounding, il festival dedica un focus speciale ad India e Bangladesh, le due comunità  “storiche” del quartiere. Per l’occasione verrà allestito anche un baby point, a cura di Città delle Mamme, che potrà essere utilizzato gratuitamente per cambiare e allattare i bambini. Diretto da Carla Ottoni e Claudio Gnessi, il Karawan Fest è un’occasione per conoscere, promuovere e divulgare una cultura dell’integrazione, dove cinematografie vitali conducono alla scoperta di tanti “altrove” e permettono di confrontare gli sguardi sulla diversità.

Schermo e proiettore in spalla,  gli organizzatori trasformeranno spazi abbandonati e in disuso in luoghi in cui godere del rito collettivo che prende forma quando le luci si spengono e le immagini iniziano a raccontare delle storie.






 

Qui il programma completo