C’è Posta per Te: mamma e figlia di Cefalù commuovono Marco Bocci e Giulia Michelini

C'è Posta per Te - foto @Instagram C'è Posta per Te - foto @Instagram

Perde il fratello in un incidente e si chiude in se stessa, chiedendo alla madre Carmela di non piangere davanti a lei, di non parlare di lui. Ora, Cinzia vuole chiedere perdono alla donna che ha cresciuto lei e Lorenzo da sola nonostante le difficoltà che la vita le messo sul suo cammino.

Una storia davvero emozionante quella che ha visto protagoniste due donne di Cefalù, nel racconto della quale sono stati coinvolti anche gli attori, Marco Bocci e Giulia Michelini.

Lorenzo è morto due anni fa, all’uscita da una discoteca, travolto da un mezzo della raccolta di rifiuti. Trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Cefalù – questo il racconto della ragazza – sembrava non fosse grave. Invece, nella notte sono sopraggiunte complicazione, una crisi respiratoria. Poi è andato via. Per sempre.

La famiglia ha presentato un esposto: “Non per ottenere un risarcimento, ma per chiedere verità” tiene a precisare Maria De Filippi, riportando le parole di Carmela.

In studio, mentre Maria leggeva la lettera che Cinzia ha scritto alla madre, sono arrivati anche due amici di Lorenzo, aumentando il livello di commozione già particolarmente alto in studio.

“Non ho rispettato il suo dolore, pensando solo al mio” aveva esordito Cinzia riferendosi a come lei e la madre hanno vissuto la grave perdita. Per questo ha voluto chiederle perdono, promettendole di starle più vicino, ora e in futuro.

Ed è a questo punto che Marco Bocci e Giulia Michelini – di cui Carmela è grande fan – sono apparsi scendendo le scale. “Tutta la forza che tu le hai dato, ora te la vuole ridare” ha detto Marco. “Siete due donne splendide, la vostra forza è proprio questa” ha aggiunto Giulia, evidentemente emozionata.

Alla fine, mamma e figlia si sono unite in un lungo abbraccio.