Hollywood marcia contro le molestie sessuali

marcia hollywood contro molestie sessuali

ROMA – Nel pomeriggio di domenica 12 novembre a Los Angeles ha avuto luogo una marcia per dire no alle molestie sessuali sul luogo di lavoro. Il fenomeno venuto a galla inizialmente attraverso il caso Weinstein, si è allargato a macchia d’olio, coinvolgendo sempre più artisti. Proprio per opporsi a simili atteggiamenti centinaia tra uomini e donne si sono riuniti sul viale stellato di Hollywood per manifestare. La marcia è partita nei pressi del Dolby Theater, luogo dove vengono assegnati ogni anno i famosi premi Oscar, e  ha

Read More...

Yemen, 15 ong denunciano il blocco dei porti da parte di Riad

Crisi alimentare in Yemen

ROMA – L’Arabia Saudita, che guida una Coalizione di oltre 40 Paesi nella guerra in Yemen, ha deciso di chiudere temporaneamente tutte le vie d’accesso terrestri, dello spazio aereo e dei porti al Paese, provocando la forte protesta di 15 organizzazioni solidali internazionali che denunciano la presenza di 21 milioni di persone “in forte bisogno di aiuto”, molte delle quali colpite da una grave epidemia di malaria. Tra queste – insieme ad Oxfam e al Danish refugee council – anche Save the Children che in una nota,

Read More...

India: più diritti per gli Hijra, il terzo sesso del Kama Sutra

hjira

BHOPAL – Dall’altro lato della piazza si intravede un minareto ma al centro, accanto ai carretti di manghi e peperoncini, c’è un parallelepipedo lungo 30 metri, giallo, rosso, bianco e blu: la figurina metà uomo metà donna gonna e pantaloni spiega che è un bagno pubblico per gli “hijra”, i transgender dell’India. Il servizio è stato inaugurato tre settimane fa, nel quartiere musulmano di Bhopal, una prima assoluta nel cuore del subcontinente. “Gli hijra li rispettiamo” sorride Sunny Joshi, 24 anni,

Read More...

Catalogna, tra oggi e domani la decisione sulla secessione

catalogna

ROMA – Due giornate storiche per la Catalogna, quelle di oggi e domani, in cui si deciderà l’esito del braccio di ferro tra Madrid e Barcellona: alle 17 una commissione del Senato composta da 27 membri si riunirà in plenaria per cominciare a discutere del commissariamento della regione, che sarà votato domani: la sospensione dell’autonomia, la destituzione del governo locale, e la messa sotto tutela della polizia e dei media pubblici per sei mesi – in linea con l’applicazione dell’articolo 155

Read More...

“Soldi della cooperazione italiana per sostenere forze armate di Libia, Tunisia e Niger”

aumento spesa 2015

Soldi che servirebbero per progetti di sviluppo in Africa finiscono alle autorità libiche, tunisine e del Niger. Almeno 74,5 milioni di euro della Cooperazione italiana sono stati stanziati “per migliorare la gestione delle frontiere e dell’immigrazione” della Libia, per la rimessa in efficienza di una decina di motovedette della Tunisia e per la creazione in Niger di nuove unità specializzate necessarie al controllo delle frontiere, di nuovi posti di frontiera fissa o all’ammodernamento di quelli esistenti. È quanto rivela Osservatorio Diritti,

Read More...

Kenya: ecco la discarica che avvelena gli alunni dello slum di Nairobi

discarica korogocho

ROMA – “La cosa nuova e’ che non molto tempo fa, non piu’ di un anno, si e’ creata a Korogocho un’altra discarica piu’ piccola proprio sotto la chiesa e la scuola di St. John, da una parte, e le case del quartiere di Ngunyumu, dall’altra. In breve tempo lo stagno che si trovava li’ e’ stato riempito di rifiuti che poi vengono bruciati. St. John e’ rimasta, da allora, preda di un fumo acre costante che copre l’anfiteatro che funziona

Read More...

Egitto, prolungato l’arresto dell’avvocato della famiglia Regeni

Milano, flash mob per giulio regeni

ROMA – La procura per la Sicurezza dello Stato egiziana ha esteso di altri 15 giorni l’ordine di detenzione di Ibrahim Metwally, l’avvocato e attivista della Commissione egiziana per i diritti e le liberta’ (Ecrf), che assiste, tra gli altri, i familiari di Giulio Regeni al Cairo. La notizia e’ stata diffusa ieri su Twitter dalla ong Egyptian Initiative for Personal Rights, ma l’ordine della procura risale a due giorni fa. Ibrahim Metwally, padre di un ragazzo “desaparecido” nel 2013 e attivo nella

Read More...

Brasile, un giudice vuole ”curare” l’omosessualità

nozzegay

Centinaia di persone in Brasile sono scese in strada a San Paulo per protestare contro una controversa sentenza che permetterebbe la “terapia di conversione sessuale“. Organizzata da gruppi Lgbti, il motto della protesta è stato ‘Love Without Temer’ – in riferimento al presidente brasiliano conservatore Michel Temer. La scorsa settimana, un giudice federale brasiliano, Waldemar de Carvalho, ha ribaltato il divieto che dal 1999 impediva agli psicologi di offrire “trattamenti di cura” agli omosessuali. Il Consiglio federale di Psicologia del Brasile sostiene che i trattamenti

Read More...

Messico: MSF fornisce supporto psicologico alla popolazione colpita dal terremoto

messico2

L’organizzazione medico-umanitaria internazionale Medici Senza Frontiere (MSF) ha inviato quattro équipe di supporto psicologico in diverse aree di Città del Messico e sta valutando attentamente i bisogni medici e psicologici nello Stato di Morelos, epicentro del terremoto di martedì 19 settembre. Nel frattempo MSF continua a supportare diverse comunità nello Stato di Oaxaca che erano state colpite dalla scossa di 12 giorni prima. Il bilancio dell’ultimo terremoto, che ha colpito Città del Messico, Puebla, Cuernavaca e diverse altre località nella zona centrale

Read More...

Mosca, 20 allarmi bomba: migliaia di evacuati

polizia_russa

Oltre 20mila persone sono state evacuate da centri commerciali, tre stazioni ferroviare e due università a Mosca dopo l’arrivo di 20 allarmi bomba alle forze dell’ordine: lo riferisce la stampa russa. Trenta edifici coinvolti in tutto, con la polizia che starebbe verificando i luoghi indicati nelle chiamate. Stando alla stampa russa, nell’operazione sono impiegati anche cani anti-esplosivo. Le chiamate al centralino di emergenza sono arrivate quasi contemporaneamente; pertanto è stato detto che potrebbe trattarsi di “mero terrorismo telefonico”. (DIRE)

Read More...