Carabiniere ucciso, confessa uno dei due americani

carabiniere ucciso funerali rai

Uno dei due cittadini americani fermati oggi per l’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega ha ammesso le proprie responsabilità affermando di essere lui l’autore materiale dell’accoltellamento. Si tratta della persona con i capelli mesciati apparso in una foto e ripreso da alcune telecamere. Lo scrive l’Ansa.

GUARDA LA COMMOVENTE VIGNETTA DEDICATA AL CARABINIERE UCCISO A ROMA

Nel pomeriggio di oggi, due persone erano state fermate nell’ambito delle indagini sull’omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, accoltellato a morte nella notte a Roma nel corso di un servizio contro un tentativo di estorsione. I fermati sono cittadini americani. I due erano stati portati al nucleo operativo dei Carabinieri di via In Selci, dove si sono recati i magistrati della Procura di Roma per l’interrogatorio.