Bellanova apre agli Ogm? Stefano Caccavari: “E’ guerra!”

Stefano Caccavri bellanova ogm Foto: Facebook

Il ministro all’Agricoltura, Teresa Bellanova, sembra voler aprire un confronto sugli Ogm ma l’idea non piace a chi lavora ogni giorno per valorizzare i prodotti Made in Italy, come Stefano Caccavari. Per questo, il giovane che ha salvato un mulino in pietra in Calabria creando una filiera agroalimentare di successo in tutta Italia, non ci sta e chiede aiuto alla rete. Se grazie a Facebook è riuscito a raccogliere i fondi che gli servivano per realizzare il suo progetto imprenditoriale, è di nuovo sui social network che lancia la singolare campagna di protesta.

Stefano Caccavari contro Bellanova

E’ con un post pubblicato qualche ora fa su Facebook che il fondatore di Mulinum ha espresso la sua contrarietà all’ipotesi che il neoministro Bellanova apra agli Ogm.

LEGGI ANCHE – -> STEFANO CACCAVARI SMUOVE IL WEB CONTRO OGM E CETA

La notizia rilanciata dalla stampa lo ha stupito: “Resto fermo, intorno a me si fermano pure i rumori – scrive Caccavari – mi ricordo ancora la chiamata dal Ministero dell’agricoltura, mi ricordo che io lì ci sono andato, chiamato 2 anni fa da Maurizio Martina perché curioso di Mulinum e dell’impatto sul territorio. Io ci sono stato lì e non si parlava mica di OGM, anzi si parlava di TRACCIABILITÀ, io ci sono stato lì e si parlava di Grano ITALIANO non di apertura al CANADA (maggior esportatore di grano verso l’Italia)“.

Ok che i governi cambiano e io sono ancora a controllare macine e grano – prosegue il giovane calabrese – Ok che i ministri cambiano e si fanno nuove alleanze mentre sto girando uffici uffici per ottenere il permesso a costruire (regione TOSCANA ASPETTIAMO DA 2 anni!!!). Ok che ho dichiarato guerra a mezzo mondo dicendo che il grano canadese o ucraino se lo possono tenere loro, ma che il NEO MINISTRO abbia preso la direzione opposta a tutto quello in cui io e voi crediamo allora non va più bene,
Ha ragione PAOLO (Paolo Marchetto, socio si Stefano Caccavari, ndr), è GUERRA!

La chiamata alla armi sui social

Dopo lo sfogo, Stefano Caccavari chiede di essere ricevuto da Teresa Bellanova per confrontarsi sulla scottante tematica. Poi, invita amici e simpatizzati a unirsi alla protesta social.

Se ognuno di noi condivide questo Post, in meno di 48 ore, ogni smartphone di tutte le persone dello staff di qualsiasi parlamentare italiano leggerà questa richiesta e ci sarà quello che dirà: MINISTRA devi ascoltare queste proposte e parlare con queste persone, o sarà GUERRA! E la guerra mediatica può essere peggiore di qualsiasi altra guerra! Perché sia chiaro se le persone che vivono in territorio o una Nazione non fanno nulla per difenderla il territorio o la Nazione e in questo caso l’agricoltura Italiana sono destinati a SCOMPARIRE….Ho difeso il mio territorio, San Floro, con L’orto e il Mulinum, volete che non vado a parlare con la neo MINISTRA??“.

Le dichiarazioni incriminate

Ma cosa ha detto Teresa Bellanova sull’argomento? “Sugli Ogm voglio aprire un confronto rapidamente anche con le parti imprenditoriali, è un tema delicato che non va affrontato in modo azzardato” le parole affidate dal ministro a Radio 24, che suonano come una vera apertura.

E poi la possibilità di ratificare il Ceta: “Dobbiamo lavorare perché si arrivi alla ratifica del Ceta, l’accordo di libero scambio tra Ue e Canada, con l’obiettivo di dare competitività al Sistema Italia. Finora si è parlato molto di porti chiusi alla disperazione ma non si è parlato molto di porti chiusi alla contraffazione, che è una parte fondamentale della concorrenza sleale al Made in Italy”.