Azzardo, a Firenze consulenza on line gratuita per uscire dalla dipendenza

gioco-dazzardo-patologico

FIRENZE – Il Comune di Firenze è schierato in prima linea nella lotta alla ludopatia per combattere la quale sono in arrivo due nuovi progetti che si rivolgono a giovani e meno giovani: si tratta di Reti di prevenzione’ e ‘Play off – Switch on, il gaming in adolescenza’.

Due progetti che prenderanno il via a partire dal prossimo mese di ottobre. “Reti di prevenzione’ e ‘Play off – Switch on, il gaming in adolescenza’ rientrano nell’ambito del Piano regionale di contrasto al gioco d’azzardo, approvato dalla giunta della Regione Toscana il 10 luglio scorso,che prevede una serie di azioni e progetti innovativi in tema di contrasto al gioco d’azzardo patologico (Gap), che possono evolvere in modo problematico fino a diventare una vera e propria dipendenza comportamentale.

Gli obiettivi di ‘Reti di prevenzione’, oltre alla sensibilizzazione sui rischi del gioco d’azzardo patologico, sono la promozione di stili di vita salutari finalizzati a prevenire e contrastare il gap e la promozione di percorsi di informazione e accoglienza rivolti ai giocatori e loro familiari.
Tra le principali attività previste dal progetto ci sono la creazione di un tavolo interistituzionale locale con funzioni di coordinamento delle azioni di prevenzione e contrasto al fenomeno: del tavolo faranno parte l’azienda Usl Toscana Centro, la Società della salute, il Comune, le forze dell’ordine, le fondazioni antiusura e il mondo dell’associazionismo con gruppi di auto aiuto su questi temi.

Il progetto ‘Switch on’ prevede l’attivazione di un’area di sostegno psicologico e di consulenza on line riservata e anonima sul web, gestita da psicologi e ‘peer’ opportunamente formati per la promozione di stili di vita salutari finalizzati a prevenire e contrastare il rischio da gioco d’azzardo, con particolare attenzione ad adolescenti e giovani adulti e i loro familiari. (Agenzia Redattore Sociale)

COPIA SNIPPET DI CODICE